Il progetto

People development

Il Cliente

Monsanto era una azienda multinazionale statunitense di biotecnologie agrarie. Produttore di mezzi tecnici per l’agricoltura, era il maggior produttore mondiale di sementi convenzionali e anche transgeniche.

THE IDEA WITH IMPACT

In attesa delle decisioni da parte delle autorità antitrust dell’UE e degli USA sull’acquisizione della Monsanto da parte di Bayer, il leadership team della subsidiary italiana di Monsanto ci ha chiesto un supporto nella preparazione alla gestione di questa particolare fase di cambiamento.

Abbiamo elaborato un programma per aiutare i manager a gestire la fase di grande incertezza e di attesa, sia a livello personale che come responsabili di risorse. Nelle sessioni in presenza sono state presentate le differenze in termini di cultura organizzativa, di stili di leadership e di soluzioni gestionali esistenti fra le due aziende. Abbiamo organizzato delle sessioni individuali di counselling per preparare i dirigenti al momento dell’incontro con il top management di Bayer. Ciascun dirigente è stato poi chiamato a simulare la presentazione della propria organizzazione di fronte a una telecamera per poter poi lavorare sul debriefing.

Una ulteriore parte del programma è stata dedicata alle pratiche da seguire per garantire un adeguato livello di empowerment dei collaboratori ed evitare di perdere i talenti. L’esperienza italiana è stata giudicata una delle best practice dal gruppo Monsanto che l’ha poi sviluppata nelle altre subsidiary in vista del deal che si è poi perfezionato dopo l’approvazione delle autorità competenti.